Cosa offre Google per ottimizzare i siti?

Google webmaster tool

02 Mag Cosa offre Google per ottimizzare i siti?

Google webmaster toolChi è dedito  alla ottimizzazione di siti   sui motori di ricerca, è sempre alla ricerca di notizie, manuali, tool e suggerimenti utili.
Ci sono degli accorgimenti offerti  da Google tramite linee guida da seguire per non commettere sbagli?
Ebbene sì! Gli accorgimenti suggeriti da Google sono indirizzati alle competenze più disparate, sia ai novizi (chi per la prima volta sul mondo della SEO) che per i più esperti, che da anni sono nel settore senza conoscere le basi  SEO.

Queste linee guida non svelano alcun segreto solo riassumono tutti i tool che si possono utilizzare.

La guida di Google per i principianti

http://support.google.com/webmasters/bin/answer.py?hl=it&answer=35291.

La guida di Google per chi inizia (Search Optimization starter guide) è lo strumento ideale da dove cominciare perché illustra in modo chiaro ma esauriente i fondamentali della SEO, i comportamenti suggeriti, le accortezze, le azioni da scongiurare nelle fasi di realizzazione di un sito internet.
Scoprirete tips utili per strutturare le URL, i title, le description, gli header in una pagina internet, alcuni segreti per creare un testo, organizzare i paragrafi e le ancore di testo.

Linee guida per i webmaster

Per esaminare questi aspetti più approfonditamente è buona cosa esaminare anche le linee guida dedicate ai webmaster che si trova nella sezione Support di Google.
Si potranno trovare altre informazioni che indicheranno gli accorgimenti da utilizzare e quelli da evitare nelle varie fasi della creazione di un sito.

Tool di Google

Esistono poi una sequenza di strumenti per facilitare l’indicizzazione di un sito e monitorare la sua evoluzione.
Si possono utilizzare una serie di tools all’interno dell’interfaccia di Google Webmaster Tool.

Per esempio la sezione dove indicare la sitemap in XML del vostro sito,oppure i consigli HTML , gli errori DNS o le pagine non accessibili dallo spider di Google.

Formazione nella SEO

Per restare in aggiornamento sui cambiamenti e le ultime novità nel mondo della SEO/posizionamento non bisogna mai perdere d’occhio il Webmaster Central Blog, Webmaster Academy e il canale Youtube di Google Webmaster Help, dove troviamo video, consigli, indicazioni, informazioni ma anche risposte alle domande degli utenti.

Più visibilità nella SERP

Sono di fondamentale importanza per Google le informazioni sull’autore dei contenuti pubblicati. Più un autore diffonde contenuti efficaci e graditi agli utenti, più questi avranno visibilità nella SERP.
E’ indispensabile pero autenticare i testi con la Google authorship, una specia di firma digitale.
La foto dell’autore nei contenuti mostrati nelle SERP contribuisca a aumentare la possibilità che l’utente ci clicchi sopra (CTR.

Google+ collegato al vostro sito

Associare la vostra pagina di Google+ usando il tag rel=publisher   permette a Google di conseguire maggiori informazioni.

Rich Snippets

Immettendo i microdati nelle pagine del vostro sito internet, potete fornire a Google dati più specifici e per meglio capire se e quando i contenuti sono congruenti con la ricerca effettuata dall’utente.

Test e report

Un piccolo particolare presente in una landing page può mutare completamente il risultato.
Molto dipende dal target, ma per comprendere cosa è opportuno inserire nella pagina, è buona cosa condurre dei A/B test.
Google nella sezione support ha una guida “Benefits of Experiments”, qui possiamo condurre dei test per verificare l’efficacia delle pagine web.

No Comments

Post A Comment